Ulula (Surnia ulula)

Sistematica

Surnia ulula ha tre sottospecie:

Surnia ulula ulula;

Surnia ulula caparoch;

Surnia ulula tianschanica.

Distribuzione e habitat

Vive in tutti paesi boreali dell'America Settentrionale e dell'Europa e in Siberia, ma anche in parte di Mongolia, Cina e Corea. Si tratta di un uccello stazionario che esegue brevi migrazioni verso sud in cerca di cibo. ╚ di passo nel resto d'Europa, ad eccezione dell'estremo sud, e in Giappone. Avvistata anche in Italia.

Descrizione

L'ulula Ŕ lunga 35-43 cm circa e pesa attorno ai 346 g; ha un'apertura alare in media di 83-84 cm. Il piumaggio Ŕ bruno scuro macchiettato di bianco sul dorso, le parti inferiori sono invece bianche con barre orizzontali marroncine; non ha ciuffi auricolari, testa piccola, aspetto arcigno con sopracciglia inarcate. Il volo veloce con coda lunga e ali corte che, insieme alle striature, le donano un aspetto simile ai falchi (da cui il nome inglese hawk owl).

Comportamento

Uccello che vive in piccole colonie che possono toccare anche la decida di esemplari.

Riproduzione

Nidifica solo nelle stagioni in cui il cibo Ŕ sufficiente. Depone nelle cavitÓ di alberi, 3-13 uova (in media 6-7) che la femmina cova per 25-30 giorni. Il pulcino impiega dalle tre alle cinque settimane per mettere completamente le piume.

Alimentazione

╚ un rapace principalmente diurno che caccia piccoli roditori come arvicole, lemming e scoiattoli, e altri uccelli come i turdidi e i tetraonini. Alle volte diventa attivo anche di notte.

www.naturaearte.altervista.org