Ubara (Chlamydotis undulata)

un uccello della famiglia degli Otididae dell'ordine dei Gruiformes.

Sistematica

Attualmente esistono due sottospecie di Chlamydotis undulata:

C. u. undulata

C. u. Fuertaventurae.

In precedenza era considerata una sottospecie anche Chlamydotis macqueenii, oggi considerata specie a parte.

Caratteristiche

L'ubara un uccello robusto che si muove su agili e forti zampe. lungo dai 60 ai 75 centimetri, pesa da un chilo e mezzo a tre chili e possiede un'apertura alare che varia dai 135 ai 170 centimetri. Il piumaggio, uguale nei due sessi, color sabbia macchiettato di nero nella parte superiore del corpo. Il collo bianco con delle striature verticali nere. Nella parte inferiore del corpo bianco. Delle penne erettili si trovano sulla testa e alla base del collo.

Distribuzione e habitat

L'areale dell'ubara comprende tutto il nord Africa: dal Marocco all'Egitto, incluso dal nord del Sahara Occidentale al nord del Sudan, per la sottospecie C. u. undulata, e le sole Isole Canarie per la sottospecie C. u. fuertaventurae. Molto raramente C. u. undulata la si incontra anche nell'Europa meridionale.
L'ubara vive nelle zone desertiche e semidesertiche dove la vegetazione pi ricca. Nella stagione secca si pu spingere fino ai limiti della savana.

Nutrizione e riproduzione

L'ubara perfettamente adattata alla vita nel deserto. Beve raramente perch l'acqua di cui ha bisogno la ricava dal cibo. Mangia germogli e semi, ma anche insetti come locuste e grilli, e rettili come lucertole e serpenti.
La stagione degli accoppiamenti dell'ubara inizia a marzo e dura circa un mese. I maschi dell'ubara, per attirare le femmine, adottano uno strano metodo: camminano in circolo e a zigzag, quasi alla cieca, con la testa infossata nelle spalle, in una zona detta "arena del corteggiamento", con le piume erettili del collo e della cresta sollevate. Il nido  un piccolo scavo nel terreno nelle vicinanze di cespugli o alberi. La femmina depone due o tre uova che avranno un periodo d'incubazione di circa 24 giorni. I pulcini hanno un piumaggio che si mimetizza perfettamente con i dintorni: dorato e bruno con macchie color sabbia, bianche e nere.

Gru e loro affini

www. naturaearte.altervista.org