Tuffetto (Podiceps ruficollis) Ordine Podicipediformi, famiglia Podicipitidi. Cm 25. Senz’altro il più piccolo e comune tra gli svassi che si riscontrano in Europa.  Frequente nei laghi con fitta vegetazione. D'inverno si incontra anche lungo i fiumi, nei porti e in altri luoghi riparati, da solo o con pochi compagni. Molto schivo. L'abito di un uniforme co­lore brunastro è caratteristico di tutte le stagioni, In estate la colorazione è bruno scura con le guance, la gola e la fronte rossiccia. La base del becco è giallo verdastra. Nel piumaggio invernale la colorazione è più chiara, brunastra, con gola bianca. Gli individui giovani hanno una colorazione del piumaggio più chiara e presentano delle barre brune ai lati del capo. In primavera emette un trillo lamentevole.

Ambiente Zone palustre, corsi d'acqua, laghi. Diffusione Europa, Asia, Africa.

Vita e abitudini Nidifica tra la vegetazione acquatica: il nido è, come per gli altri svassi, un ammasso galleggiante ancorato alla vegetazione o ad una lingua di fango, di terra, costituita da stecchi, canne, piante acquatiche. Depone due covate (talvolta 3) generalmente di 4-6 uova (occasionalmente 2-7), che sono incubate da entrambi i sessi per un periodo di 19-25 giorni. I nidiacei, nidifugi (di colore bruno nerastro con strisce rossic-ce), sono allevati da entrambi i genitori; sono indipendenti a 42 giorni d’età e volano a 44-48 giorni; spesso si fanno traspor­tare sul dorso dagli adulti. Gli svassi si immergono frequente­mente. Emettono un "uit-uit" forte e breve. Si nutrono d’in­vertebrati, sostanze vegetali e piccoli pesci.

Home      www.naturaearte.altervista.org