Tartaruga falsa carta geografica

Nome scientifico: Graptemys pseudogeographica.
Famiglia: Emydidae.
Provenienza-Habitat: Texas, Nebraska, Illinois, Mississipi
. Vive in fiumi laghi e comunque corsi d’acqua fermi e molto soleggiati.
Caratteristiche: Questa specie si divide in due sottospecie, la graptemys pseudogeographica e la graptemys pseudogeographica kohni. Presenta una carenatura centrale che percorre tutta la lunghezza del carapace di colore scuro. Le femmine possono raggiungere le dimensioni massime di 25 cm, invece i maschi hanno una lunghezza di carapace molto inferiore sui 10-13 cm da adulti.
Vita in cattività: Prettamente acquatica, anche se ama stare sui sassi o rami appena fuori dall’acqua per prendere tutti i benefici del sole. Si adatta molto bene al nostro clima infatti si può allevare tutto l’anno all’aperto in ampi laghetti con profondità massima 1metro. Il laghetto dovrà essere terrazzato in modo che lei possa stabilire a quale profondità stare. Il fondo del laghetto dovrà essere ricoperto da almeno 30 cm di terra o sabbia. Con presenza di tronchi e piante per simulare il suo habitat naturale. Per almeno il primo anno è consigliabile allevare in acquaterrario a temperature tra i 22 ed i 25 gradi, corredato di filtro e lampade per illuminare la zona emersa.
Alimentazione: Predilige alimenti di origine animale anche se non esclude nella sua dieta alimenti di origine vegetale.
Dimorfismo sessuale e d accoppiamento: Come già accennato in precedenza i maschi, rispetto alle femmine raggiungono da adulte dimensioni rispettivamente più piccole. La maturazione sessuale avviene dopo i quattro anni di età e la femmina può avere anche tre deposizioni l’anno e può arrivare a deporre fino a ventidue uova a deposizione.
Letargo: Come già accennato sopra questa specie può tranquillamente vivere a temperature come le nostre, quindi può affrontare il letargo in laghetto profondo sugli 80 cm con almeno 30 cm di fango o sabbia.

www.naturaearte.altervista.org