Piovanello (Calidris ferruginea) cm. 18

Descrizione
Il Piovanello è poco più grande del piovanello pancianera e si caratterizza per le zampe nere più lunghe e per il becco più lungo e costantemente ricurvo verso il basso; altro carattere distintivo ben visibile in volo è il sopraccoda bianco che risulta però meno visibile in estate.
Il giovane in autunno appare grigiastro con le penne del dorso lunettate, mentre il petto è di color beige uniforme e senza macchie e con sopracciglio e sopraccoda bianchi. 
L’adulto invece, in primavera è di color ruggine scuro con del bianco alla base del becco e sull’occhio, inoltre superiormente è molto più scuro (sembra nero con delle piccole macchie bianche), mentre a fine estate/autunno inferiormente appare a macchie ruggine e grigie, invece superiormente è più chiaro con poche macchie nere. Il volo del piovanello è più ondulato del volo del pancianera; in migrazione può formare branchi molto numerosi e si accompagna spesso al pancianera anche se risulta meno numeroso di quest’ultimo.
Alimentazione 
Il Piovanello si ciba principalmente di piccoli crostacei e molluschi ma anche anellidi insetti acquatici e loro larve, in primavera associa alla dieta animale una dieta vegetale a base di semi e germogli.

Habitat 
Il Piovanello si riproduce nella tundra artica, nei pressi delle rive basse ed asciutte dei fiumi.
In svernamento predilige le coste sabbiose e fangose, lagune salmastre ed in misura minore rive di laghi e paludi.

www.naturaearte.altervista.org