Piovanello maggiore (Calidris canutus) cm. 25

Descrizione
I due principali caratteri distintivi del piovanello maggiore sono il becco corto e massiccio ed i tarsi corti delle zampe che sono di color grigio-verde; la livrea invece è diversa rispetto al periodo di osservazione, infatti durante il periodo invernale, l’adulto presenta una generale colorazione grigio chiaro del mantello con un leggero sopracciglio più chiaro, mentre durante il periodo estivo le zampe si scuriscono notevolmente e parte del capo, petto e parti inferiori assumono una colorazione ruggine intenso. In tale periodo, però, estremamente rara risulta l’osservazione nel nostro Paese. In volo durante il periodo invernale appare grigio con groppone bianco e barra bianca sull’ala. Ha un volo rapido ed in branco compie evoluzioni in volo consensuale, pastura in branchi compatti, ed ha ovviamente carattere estremamente gregario.
Alimentazione 
Il piovanello maggiore si ciba prevalentemente di crostacei, anellidi molluschi e larve di insetti, ma anche alghe e germogli di sassifraghe.

Habitat 
La specie nidifica nell’artico e durante il periodo riproduttivo frequenta altopiani e colline sassose con scarsa vegetazione. Durante la migrazione invece lo si può trovare nei pressi di coste ed estuari fangosi, raramente nei pressi di acque interne. La forma tipica in inverno migra a sud lungo le coste dell’Europa occidentale fino al Sud-Africa ed all’India. In Italia è di passo irregolare e disugualmente distribuito, può essere considerato parzialmente invernale.

www.naturaearte.altervista.org