Picchio dorsobianco (Dendrocopos leucotos)

Distribuzione
Specie sedentaria diffusa con diverse sottospecie in Europa ed Asia centro-settentrionali, dalla Scandinavia e dai Balcani fin
o al Giappone. In Europa è presente, oltre che nelle regioni nord-orientali, sui principali sistemi montuosi meridionali.
Il Italia nidifica nelle fitte faggete di alcune località dell’Appennino centro-meridionale.
Dove vive
Frequenta boschi di latifoglie e misti, con abbondanza di alberi marci o marcescenti.
Alimentazione
Si ciba principalmente di Insetti corticicoli e xilofagi e loro larve.
Comportamento
Simile a quello del Picchio rosso maggiore.
Riproduzione
Periodo riproduttivo: depone le uova tra aprile e maggio; una covata l’anno.
Nido: scavato preferibilmente nel tronco di una pianta secca o marcescente, ma pure di un albero più o meno sano.
Uova: in genere 3-5.
Cova: 14-16 giorni
. L’incubazione è effettuata sia dalla femmina che dal maschio.
Cure parentali: i pulcini sono nidicoli e vengono alimentati da entrambi i genitori. All’età di circa 21-23 giorni i giovani abbandonano il nido.
Status e conservazione
La specie in Europa ha uno stato di conservazione favorevole.
Livello di protezione
Convenzione di Berna, all. II: specie rigorosamente protetta.
Direttiva Uccelli 79/409/CEE, all. I: specie nei confronti della quale sono previste misure speciali di conservazione per quanto riguarda l’habitat.
Legge nazionale 11 febbraio 1992, n. 157, art. 2: specie particolarmente protetta.

Picchi

www.naturaearte.altervista.org