Pernice rossa (Alectoris rufa) Cm. 34

Distribuzione

La pernice rossa appartiene ai fasianidi come coturnice, quaglia, fagiano, starna e pernice sarda; una specie stanziale diffusa nel sud dell'Inghilterra in Francia, Spagna e Italia. In particolare nella penisola italica presente la pernice rossa presente in alcune aree dell'Appennino Tosco-emiliano.

Caratteri distintivi

Nella pernice rossa il peso sia della femmina che nel maschio si aggira sui 450-500 gr. la corporatura tozza, ali corte e arrotondate, piumaggio rossiccio. La pernice rossa un galliforme di poco pi grande della pernice rossa, ed ben riconoscibile da questa per le variazioni cromatiche. Ha becco rosso, piedi rossi ed attorno al collo presenta una collare nero con striature che scendono verso il basso e la colorazione rossiccia.

Habitat

La pernice rossa predilige ambienti asciutti di aree alto collinari o sub montane coperte con frequenza da cespugli. 

Biologia

La biologia della pernice rossa  simile a quella della pernice rossa. E' una specie terragnola. La vita della pernice rossa in brigata da 10-15 soggetti strutturata con una gerarchia definita. In Febbraio marzo si formano le coppie che si riservano un territorio di nidificazione di 1/2 ettari.

La femmina della pernice rossa realizza il nido in una depressione del suolo deponendovi in maggio 8-16 uova che vengono covate dalla femmina per 23-24 giorni mentre il maschio sorveglia il territorio. Dopo circa 90 giorni dalla nascita i pulcini di pernice rossa possono considerarsi emancipati. In autunno si assiste alla fusione delle brigate di pernice rossa che per non realizzano spostamenti considerevoli.

Alimentazione

L'alimentazione della pernice rossa  varia. Si ciba di frutta, erbe, germogli, legumi, ragni,

lombrichi, larve ed insetti.

Gallinacei

www.naturaearte.altervista.org