Oca granaiola (Anser fabalis) cm 76 X 157. Locale. Sverna in pascoli e campi vicini a grandi distese d'acqua, e d'estate vive nella tundra e in mezzo alle foreste del nord. Si distingue dall'Oca selvatica perché non ha la parte anteriore delle ali chiara, e per il becco nero segnato di giallo arancio (molto variabile). Sempre per la disposizione dei colori sul becco la si distingue dagli immaturi dell'Oca lombardella; si differenzia dall'Oca zamperosee, che molti considerano una sottospecie della Granaiola, per le zampe gialle, il collo più lungo e più chiaro, e il becco più grande. Generalmente in grandi stormi come le altre Oche grigie, vola dalle zone di pascolo ai laghi (dove passa la notte), all'alba e al tramonto. A volle ai suoi stormi sì uniscono altre Oche. La voce è più bassa e più intensa di quella delle altre Oche grigie.

 Acquatici 

www.naturaearte.altervista.org