Ghiandaia marina (Coracias garrulus)

Classificazione Ordine Coraciformi. Famiglia Coracidi.

Caratteristiche Misura 30 cm di lunghezza e pesa in media 140 grammi. Il becco è molto robusto e le ali sono piuttosto larghe. Il piumaggio, simile nei due sessi, è di color azzurro con il dorso di color rossiccio e le ali di color blu scuro come la coda. I giovani presentano tinte più sbiadite.

Ambiente Foreste aperte, campagne con rada alberatura, macchia mediterranea.

Diffusione Europa meridionale. Africa nordoccidentale e Asia occidentale.

Vita e abitudini II nido è costruito nei buchi del tronco degli alberi, nelle cavità delle rocce e degli edifici e consiste in una scarsa e talvolta assente imbottitura d’erbe e piume. È deposta ogni anno una sola covata di 4-5 uova (talvolta 7). In­cubate da entrambi gli adulti per 18-19 giorni. La prole, nidi-cola, è accudita e nutrita dai due mèmbri della coppia e vola all'età di 26-28 giorni. La ghiandaia marina ha l'abitudine di so­stare appollaiata su un ramo o altro posatoio e di lanciarsi da qui contro le prede. Si nutre prevalentemente d’insetti (grandi coleotteri e ortotteri), altri invertebrati, piccoli roditori, anfibi. Rettili e uccelli. Il maschio compie un volo nuziale alzandosi in aria ed eseguendo una serie d’acrobazie, picchiate, piroette accompagnate da rauchi richiami. Volo nuziale notevolmente « rullante ». La voce è un forte, corvino « craak ».

Home      www.naturaearte.altervista.org