Fagiano di monte (Lyrurus tetrix) maschio cm. 53, femmina cm. 40

Descrizione - Il Fagiano di monte ha dimensioni medio-grandi, forme eleganti e snelle, becco breve un po' adunco, tarsi corti e piumati fino alle dita, coda a forma di lira nel maschio e leggermente forcuta nella femmina. Il piumaggio del maschio è nero-bluastro lucido, con barra alare e sottocoda bianchi; l'abito eclissale in autunno è di colore brunastro chiazzato. La femmina ha una livrea di tonalità brunastra con fitte barrature e macchie nere, barra alare e sottocoda bianchi. Entrambi i sessi hanno il sopracciglio rosso, che diviene più evidente nel maschio durante l'epoca degli amori; becco e zampe sono di un colore bruno-nerastro. In volo il maschio è inconfondibile per la colorazione scura, il sott'ala e il sottocoda bianchi, la coda a lira; la femmina si riconosce per il colore brunastro, il sott'ala e il sottocoda bianchi, la coda leggermente forcuta. Lunghezza cm 58-65, peso gr 750-1.560.

Abitudini - Possiede un volo veloce, sostenuto anche per lunghe distanze e accompagnato da frequenti planate. Sul terreno si muove lentamente ed ama posarsi sugli alberi. In genere poco dopo l'alba e poco prima del tramonto si reca nei luoghi di pastura, mentre il resto della giornata la trascorre celato tra la vegetazione.

Alimentazione - Si ciba di sostanze vegetali (germogli, foglie, bacche, frutti selvatici) e, in primavera, anche di insetti e loro larve.

Riproduzione - E' poligamo. Verso la fine di aprile i maschi si riuniscono in gruppi in particolari radure. le arene, dove compiono parate nuziali collettive e combattimenti per lo più simbolici e solo in qualche caso cruenti. Dopo gli accoppiamenti le femmine preparano il nido scavando una buca nel terreno al riparo della vegetazione o di rocce e covano le 6-10 uova deposte per 24-26 giorni. I pulcini, sebbene in grado di abbandonare il nido poco dopo la nascita, iniziano a compiere sicuri voli piuttosto tardi ed il gruppo familiare rimane unito fino all'autunno. Depone una volta all'anno.

Habitat e Area di Distribuzione - Frequenta le foreste di conifere con radure ricche di rododendri e mirtilli, zone con bassa vegetazione alternata a dirupi e rocce. Specie stanziale distribuita in Europa centrale e settentrionale, Alpi, Asia centrale. In Italia è presente nelle Alpi centro-orientali ed orientali, mentre è più raro in quelle centro-occidentali.