Didascalia N 1

Cuculo dal ciuffo (Clamator glandarius) cm 40. Comune vicino a boschetti, foreste e anche su terreno aperto purch con alberi e arbusti sporadici. In un certo senso assomiglia alla Gazza di cui un parassita, ma il bianco e il nero della sua livrea sono disposti in modo molto diverso; spesso lo si incontra in piccoli stormi. La voce aspra, quasi simile a quella della Sterna.

Didascalia N 2

 

Cuculo dal ciuffo Clamator glandarius  Uccello di medie dimensioni appartenente all'ordine dei Cuculiformi. Dimensioni. Lunghezza 38-40 cm, apertura alare 58-61 cm Aspetto. Maschi e femmine adulti sono indistinguibili in natura. Gli adulti hanno tutte le parti superiori grigie con  le ali di un grigio piu chiaro. Tutte queste parti sono screziate pesantemente di bianco. La nuca grigio molto scuro e il vertice grigio chiaro con un piccolo ciuffo sopra la nuca. La gola. i lati del collo e l'alto petto sono giallo chiaro che sfumano al biancastro verso basso petto addome e ventre. Becco e zampe sono grigio scuro - nerastro. I giovani hanno le parti superiori grigio scuro con pesante macchiettatura biancastra. Anche le ali superiormente hanno lo stesso colore nella parte centrale mentre le remiganti sono arancio fulve. Il vertice (con un ciuffo appena accennato) e la zona attorno agli occhie e sulle orecchie sono anch'esse grigio scuro. Att'orno all'occhio scuro presente una rima palpebrale rossa. Le restanti parti inferiori sono del tutto simili agli adulti. Le zampe sono grige. Nidificazione. Specie non nidificante in provincia di Venezia. Note ecologiche. E' una specie solitaria durante le migrazioni  e la nidificazione. Per la nidificazione non costruisce il nido, ma similmente al cuculo, depone normalmente un uovo nel nido di gazza, la quale poi si occupa di allevare i piccoli fino all'involo (e un poco oltre). E' abbastanza facilmente individuabile sia per i suoi richiami che per le dimensioni, anche se quando sosta all'interno di delle vegatazione arborea e arbustiva diventa pi difficile da scorgere. Il volo abbastanza lento, non alto e senza repentini cambi di direzione.

 

www.naturaearte.altervista.org