Colino della Virginia (Colinus virginianus)

Colino della Virginia Nome comune dell’uccello terricolo galliforme classificato Colinus virginianus nella famiglia dei fasianidi. Originario del Nord America, è stato introdotto come preda di caccia anche in Italia, e in particolare al Nord, dove si trova diffuso su aree pianeggianti aperte o alberate.

CARATTERISTICHE FISICHE

Lungo da 21 a 26 cm, il colino della Virginia è un piccolo uccello dal corpo tozzo, simile alla quaglia. I maschi hanno il dorso marrone-rossiccio e il ventre bianco, striato di nero; ciò che li distingue da uccelli affini come il francolino (Francolinus francolinus) e la quaglia è il disegno sul capo, che si presenta nero striato di bianco: in particolare, la gola e la stria oculare sono bianche, mentre un’ampia fascia nera si estende dall'occhio all'indietro e intorno alla gola. Nelle femmine, le parti del piumaggio che nel maschio sono bianche sono marrone chiaro.

COMPORTAMENTO

I colini della Virginia sono uccelli monogami e depongono da 12 a 16 uova di colore chiaro sul terreno. Dopo la stagione riproduttiva, si radunano in nutriti stormi di anche 100 individui, che si disperdono durante il giorno per la ricerca del cibo e si ricongiungono per la notte o in condizioni meteorologiche sfavorevoli. I membri dello stormo cercano calore e protezione ammassandosi in cerchio, con le teste girate all'esterno. Se vengono spaventati, i colini, come la maggior parte degli uccelli terricoli affini, preferiscono scappare correndo sul terreno; quando vengono fatti alzare, volano rapidamente con un forte frullio delle ali, tornando a terra quanto prima.

Classificazione scientifica: Il colino della Virginia è classificato Colinus virginianus nella sottofamiglia perdicini della famiglia fasianidi,  ordine galliformi,  classe uccelli, subphylum vertebrati, phylum cordati.

Home esotici

www.naturaearte.altervista.org