Colibrì becco a spada (Ensifera ensifera) cm. 21

Ande dal Venezuela al Perù

COLIBRÌ. - I Colibrì o Uccelli mosca sono uccelli esotici, dai colori meravigliosi, classificati nella famiglia dei Trochilidi, nell'ordine degli Apodiformi. Hanno un piumaggio brillante verde vivo, rosso, giallo e azzurro, dai bagliori metallici. Sono uccelli minuscoli che, grazie alle dimensioni e all’eccezionale abilità nel volo, sono riusciti ad invadere un ambiente naturale mai conquistato da nessun uccello: il mondo dei fiori, che condividono con gli insetti. I colibrì non cantano: il ronzio che producono è provocato dalle ali, che battono cosi velocemente, da essere quasi invisibili. Si nutrono di nettare, ma talvolta succhiano anche la linfa degli alberi o i succhi di qualche frutto. Come gli insetti, favoriscono l'impollinazione dei fiori, trasportando il polline da un fiore all'altro. Stanno appollaiati sui rami ma non possono camminare o correre e, pur essendo tra i migliori volatori, hanno difficoltà a spiccare il volo. I colibrì sono maestri nel volo rapido e guizzante, negli arresti, nelle partenze improvvise; sono in grado di rimanere sospesi in aria come elicotteri e di spostarsi rapidamente in alto, in basso e persino all'indietro. Costruiscono il nido con tele di ragno, muschi e licheni, fissandolo ai ramoscelli, alle pigne e alle foglie, bene in alto sopra il terreno. A volte invece nidificano su fili elettrici isolati, sui dirupi ed anche sulle costruzioni; depongono generalmente due minuscole uova e nutrono i loro piccoli rigurgitando il cibo. Delle 319 specie di colibrì, la maggior parte vive ai tropici e comprende il minuscolo Sunsun di Cuba di 6 centimetri, il più piccolo tra tutti gli uccelli. Il più grande è il Colibrì gigante che vive sulle Ande, il cui corpo ha una lunghezza di 20 centimetri. Il Colibrì Gola color rubino è l'unico che si trovi nel Nordamerica, nella regione ad oriente del Mississippi. Questo uccello è attratto da tutto quanto è di colore rosso; è facile perciò attirarlo sul davanzale di una finestra semplicemente esponendo una boccetta d'acqua zuccherata tinta di rosso. II Colibrì Anna è diffuso in California, nelle terre coltivate ad aranceti della parte meridionale dello stato; gli piace bagnarsi nella rugiada. I piccoli nati di questa specie sono cosi nudi, prima di mettere le belle piume, da sembrare dei bruchi. L'Anna non può nidificare in certi luoghi a causa delle formiche che uccidono e divorano gli uccellini da nido. Il Colibrì Becco a spada ha il becco più lungo della testa e del corpo insieme. Oltre agli splendidi colori i maschi vantano anche innumerevoli creste, ventagli, barbe ed altri ornamenti che usano nel corteggiamento; anche le loro code variano da una forma corta e quadrata o arrotondata ad altre profondamente biforcute e lunghissime.

Home esotici

www.naturaearte.altervista.org