Cigno selvatico (Cygnus cygnus) famiglia Anatidi.

Distribuzione

Come tutti i cigni, un uccello acquatico migratore; nidifica in Nord-Europa soprattutto in Scandinavia e nella tundra e sverna sulle coste del Mar Nero, Mar Caspio, Mare del Nord e in minor misura sulle coste orientali dell'Adriatico. È un uccello di climi freddi (dalla Siberia all'Islanda). Molto frequente in Finlandia, preferisce le acque costiere salmastre ed è molto rumoroso: quando è eccitato, emette un curioso suono simile ad un colpo di tosse. In Italia giunge solo sporadicamente.

Descrizione

Le dimensioni sono quasi uguali a quelle del cigno reale:

·                     apertura alare: 205-235 cm

·                     lunghezza:

o          maschio 150 cm

o                    femmina 150 cm

·                     altezza: ca.75 cm

·                     peso: 3.000-12.000 g

Ha un becco giallo, con la punta nera (fino alle narici). Come gli altri cigni gli adulti hanno un piumaggio bianco. I piccoli (fino alla fine del loro primo inverno) hanno invece un piumaggio grigio e il loro becco è rosa là dove diventerà nero, e biancastro dove diventerà giallo. Si distingue dal cigno reale dall'assenza del bernoccolo sopra il becco, poi rispetto al cigno reale il suo battito di ali è molto più silenzioso. Inoltre ha il becco più giallo e tende a portare il collo dritto e non graziosamente incurvato a S, come il cugino reale. In Italia non c'è rischio di confonderli, in quanto il cigno selvatico non è presente.

Comportamento

Il cigno selvatico si distingue dal reale soprattutto perché non solleva mai il folto piumaggio delle ali mentre scivola silenzioso sull'acqua, nella plastica e classica "posa da cigno": infatti, porta le ali sempre abbassate come le anatre selvatiche e ciò lo rende meno imponente del reale, nonostante abbia le stesse dimensioni.

Riproduzione

Le uova solitamente sono circa 4-6 per covata e misurano 11,2 x 7,0 cm.

Alimentazione Onnivoro.

 Acquatici 

www.naturaearte.altervista.org