Didascalia N° 1

Chiurlo (Numenius arquata)

Classificazione: Ordine Caradriformi, famiglia Scolopacidi.

Caratteristiche: Lungo sui 57 cm, è caratteristico per il lungo becco curvato all'ingiù. La colorazione del piumaggio è abbastanza uniforme, bruno striata, più scura superiormente. Le zampe sono grigio verdognole.

Ambiente: Brughiere, acquitrini, zone palustri, tundra, coste, estuari.

Diffusione: Europa, Asia, Africa.

Vita: e abitudini Nidifica sul terreno in zone umide ed erbose. Depone una sola covata, costituita generalmente da 4 uova (occasionalmente 3-5) che sono incubate da entrambi i sessi, prevalentemente dalla femmina, per un periodo di 26-30 giorni. I nidiacei, nidifugi, sono allevati da entrambi i genitori e volano all'età di 5-6 settimane circa. Suo verso caratteristico è un "cur-li". Si nutre di invertebrati e sostanze vegetali (bacche, semi, grano).

 

Didascalia N° 2

Nome scientifico: Numenius arquata
Ordine: caradriformi 
Famiglia: scolopacidi

Caratteristiche generali

Il più grande limicolo europeo (lunghezza: 50-60 cm, apertura alare: 80-100 cm, peso: 500-1300 gr.). Il chiurlo possiede il becco ricurvo verso il basso, piumaggio bruno, con marcature più chiare e zampe grigio-verdognole. Il canto è una ripetuta frequenza di frasi gorgogliate (un crescente "curlì" con note flautate e trilli, che accelerano in crescendo. Non nidifica in Italia ma è possibile avvistarlo durante l'inverno o quando fa sosta negli estuari e nelle distese fangose. Il dimorfismo sessuale si manifesta con le dimensioni leggermente maggiori della femmina. . E' uno dei trampolieri che cantano di più e, anche in inverno, è possibile udire la sua voce mentre difende i territori dove reperisce il cibo. Sebbene la sua alimentazione sia piuttosto varia, spesso dimostra una certa predilezione per i vermi policheti, che individua al tatto ed estrae abilmente dal fango con il lungo becco. Si nutre anche di granchi che caccia a vista e ingoia per intero. Si riproduce in brughiere, paludi, e in praterie umide, nidifica in conche poco profonde nel terreno imbottito di vegetali. Si differenzia dal chiurlo piccolo per le maggiori dimensioni, il becco più lungo e l’assenza di striature sul capo. Poco confidente vola via al minimo accenno di pericolo, con volo lento e rettilineo ma veloce, anche a grande altezza. Gregario e socievole, si unisce spesso ad altri limicoli.

 

 

 

Home      www.naturaearte.altervista.org