Airone rosso (Ardea purpurea) misura circa 78 cm. Con apertura alare 114 cm. Abita in acquitrini e zone paludose, ha la stessa forma dell’airone cenerino ma di colore rossiccio e più esile, le curve del collo a forma di (S) sono più aperte del cenerino, con grossi piedi e dita lunghe, di minore dimensione e più agile, nidifica in colonie, anche con altre specie di aironi.

 

Didascalia N°2

Airone rosso Ardea purpurea 

Uccello di grandi dimensioni appartenente all'ordine dei Ciconiformi.

Dimensioni. Lunghezza 85-110 cm, apertura alare 120-150 cm

Aspetto. Il maschio e la femmina adulti sono indistinguibili e hanno una colorazione prevalentemente marrone-rossiccia con alcune aree grigie (schiena e parti superiori delle ali), bianche (gola e parte anteriore del collo) e nere (vertice del capo, striature sul collo). In periodo riproduttivo presenta anche un ciuffo nero sul capo e un’ornamentazione di penne allungate alla base del collo e sulle scapolari. I giovani assomigliano agli adulti ma sono macchiettati di scuro sul dorso e su buona parte delle ali e in genere la loro colorazione è meno contrastata. Il becco in tutti gli abiti è prevalentemente arancione con la parte superiore nerastra, le zampe sono giallo-arancio.

Nidificazione. Nidifica in colonie, spesso miste con altri ardeidi, su un grosso nido posto nella densa vegetazione palustre e abbastanza vicino al suolo.

Note ecologiche. È una specie gregaria durante il periodo riproduttivo. È difficile da osservare quando sta fermo e nascosto tra la vegetazione palustre, soprattutto se assume la posizione con il becco volto verso l'alto per simulare le cannucce palustri e la vegetazione circostante. Si ciba principalmente di pesci che cattura restando immobile, dalla riva o nel folto del canneto, e facendo scattare il becco come una vera e propria fiocina; caccia anche anfibi, piccoli rettili e insetti. Nelle colonie di nidificazione, all'arrivo sul nido assume una posa particolare ed emette alcune particolari vocalizzazioni. Come tutti gli aironi vola tenendo il collo ripiegato a formare una sorta di “S”, posa che gli conferisce un aspetto”senza collo”.

 

Didascalia N°3

L'airone rosso è leggermente più piccolo dell'airone cenerino, presenta un lungo collo marrone a forma di S, con striscia nera e le copritrici delle ali che variano dal rossastro al bruno porpora. La sommità del capo è nera ed è ornata da un paio di penne filiformi. In volo si possono notare zampe e piedi più sporgenti e sviluppati. Diffuso in Eurasia, Africa ed Indonesia. In Italia è abbastanza comune nella Pianura Padana, in Sardegna ed in altre località adatte. Migratore a lungo raggio, sverna in Africa a sud del Sahara. Frequenta ampi specchi d’acqua dolce, in particolar modo paludi, con fitti canneti dove nidifica in colonie, spesso miste.

La sua dieta è generalmente composta da vari animali acquatici, quali pesci, rane, insetti e piccoli mammiferi, che cattura camminando nelle acque basse, o più di frequente posato in acqua o su ammassi di vegetazione palustre ed attendendo che le prede giungano a portata di becco.

Voluminoso nido di canne e stecchi in canneti e più raramente su cespugli e bassi alberi.

Si riproduce in colonia nel periodo tra aprile e maggio. La femmina depone da 4 a 6 uova che schiudono dopo circa 26 giorni di incubazione, portata a termine da entrambi i genitori. Il nido è una voluminosa piattaforma di canne nascosto tra i canneti. I piccoli sono in grado di volare dopo circa 40-50 giorni.

 

 

Aironi e specie affini  

www.naturaearte.altervista.org